Le politiche di adeguamento amministrativo. I negoziati fra l’Unione europea e tre Paesi dei Balcani: Montenegro, Serbia e Macedonia del Nord

di Rosalba Chiarini

Dopo l’allargamento a Slovenia e Croazia, tre Paesi della ex Jugoslavia sono attualmente impegnati nei negoziati per entrare nell’Unione europea. Essi sono, rispettivamente, il Montenegro (da giugno 2012), la Serbia (da gennaio 2014) e la Macedonia del Nord (da marzo del 2020)

Si tratta di tre Stati che presentano delle variazioni nella composizione della popolazione e, passando dal contesto più omogeneo – sotto il profilo della nazionalità – al contesto più differenziato, in ordine scalare, troviamo la Serbia, la Macedonia del Nord e il Montenegro.

In Serbia, l’82% (secondo il censimento più completo, quello del 2002) della popolazione è serba, il 14% è ungherese; seguono poi altre minoranze con una percentuale inferiore al 2% (non si considera il Kosovo). Nella Macedonia del Nord, i macedoni sono il 65%, gli albanesi il 25%, i turchi il 4% e poi ci sono altre minoranze che cifrano meno del 3%. In Montenegro, i montenegrini sono il 45% della popolazione, i serbi il 30%, i bosniaci il 9%, gli albanesi il 5%; sono inoltre presenti altre minoranze con meno del 3%.

Passando dalla composizione della popolazione al disegno politico-amministrativo, in cui la dimensione da considerare è quella della concentrazione dell’autorità politica nel territorio statale, secondo il continuum assetto più accentrato/assetto meno accentrato (decentrato), ritroviamo lo stesso ordine scalare fra laSerbia, la Macedonia del Nord e il Montenegro.


Abstract

The article analyzes the administrative reform policies of three Balkan countries in the context of enlargement negotiations with the European Union. The three countries are Serbia, Montenegro and North Macedonia. These countries have a different degree of administrative decentralization, which appears to be related to the degree of population fragmentation in the different national groups. This factor and the timing of the decision-making process for enlargement affect the performance to implement reforms. Data come from EC reports. They show that Montenegro and Serbia do better than North Macedonia, because they initiated the change first; but Montenegro does better than Serbia because it is more decentralized.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.